OPI | Ordine delle Professioni infermieristiche Cagliari

    • Contrast
    • Layout
    • Font

La FNOPI al Ministero per il nuovo Patto per la Salute

Lo scorso 8 luglio la FNOPI è stata sentita dal Ministero della salute nella prima delle tre giornate della Maratona di ascolto voluta dalla Ministra Grillo, in previsione della definizione del nuovo Patto per la Salute.

 

Per la FNOPI, rappresentata per l’occasione da Nicola Draoli, componente del Comitato centrale della Federazione e presidente dell’Ordine di Grosseto, dalla Maratona sul Patto per la Salute sono stati raggiunti due risultati chiari per gli infermieri: la presenza nel testo del documento della figura dell’infermiere di famiglia e un percorso che, in analogia con quanto fatto a suo tempo col DM 70/2015 per l’ospedale, si occuperà di sistematizzare, aggiornare e organizzare gli standard di assistenza sul territorio.

 

Il decreto/regolamento sugli standard qualitativi, strutturali, tecnologici e quantitativi relativi all’assistenza sociosanitaria territoriale dovrà prevedere, secondo la bozza del Patto, la valorizzazione e lo sviluppo delle competenze delle professioni. In particolare, di quella infermieristica, finalizzata alla copertura dell’incremento di bisogno legato all’aumento della malattia cronica, di continuità dell’assistenza territorio-ospedale-territorio, di educazione terapeutica, in particolare per i soggetti più fragili, affetti da multi-morbilità e grazie anche allo sviluppo di strutture intermedie (ad esempio, gli ospedali di comunità) a gestione infermieristica.

 

La FNOPI auspica che il nuovo Patto per la Salute sia volano per lo sviluppo e la valorizzazione delle competenze professionali degli infermieri non solo in ambito territoriale ma anche ospedaliero e nell’emergenza.

 

Leggi l’articolo:

 

http://www.fnopi.it/attualita/fnopi-alla-maratona-sul-patto-salute-infermiere-di-famiglia-e-maggiori-competenze-in-pole-id2699.htm

About Author

Leave Comment