OPI | Ordine delle Professioni infermieristiche Cagliari

    • Contrast
    • Layout
    • Font

Gli infermieri rivendicano il diritto al futuro del Servizio sanitario nazionale e della professione

I 102 presidenti provinciali e interprovinciali componenti il Consiglio nazionale degli Ordini delle professioni infermieristiche della Federazione nazionale, riuniti a Roma il 12 ottobre,  hanno firmato all’unanimità una mozione per garantire il diritto al futuro del Servizio sanitario nazionale e della professione infermieristica.

 

Prendendo spunto “dello stato di tensione interprofessionale che si è venuto a creare nelle ultime settimane/giorni, i presidenti degli Ordini degli infermieri riaffermano con forza, la loro volontà di ispirarsi a un agire etico: progettare ed erogare servizi sanitari basati sui principi di equità, integrità, giustizia e rispetto dei generi e dei diritti umani, con l’obiettivo, di tutte le professioni sanitarie, di dare ai cittadini ciò di cui hanno veramente bisogno, disegnando i nuovi modelli basati su ciò che deve necessariamente venire anche dopo la diagnosi e la terapia (l’assistenza continua e la continuità tra ospedale e territorio, fino al domicilio del paziente)”.

 

In ragione di ciò il Consiglio nazionale Fnopi afferma la necessità di scegliere modelli organizzativi multiprofessionali più adeguati a rispondere al cambiamento epidemiologico e demografico inevitabile in atto, tenendo in considerazione oltre all’acuzie, gli obiettivi di cura dei pazienti con cronicità, che non sono solo anziani, ma anche spesso donne e bambini fin dalla nascita.

 

Nell’attuazione dei modelli organizzativi multiprofessionali la “professione infermieristica rende coerente l’esercizio professionale con le competenze acquisite costantemente nel corso degli anni, grazie ad uno specifico percorso di studi molto rigoroso e robusto, e in continua evoluzione”.

 

In conclusione, il Consiglio nazionale Fnopi ribadisce con forza che “intende portare avanti con ogni mezzo il diritto al futuro della professione infermieristica, il diritto al futuro di un’assistenza accessibile, equa, sicura, universale e solidale, senza accettare più prese di posizione, deroghe o tempi di attesa con l’unico effetto di rimanere ancorati a un immobilismo pericoloso per l’assistenza e i diritti dei cittadini. Proprio per questo i 450.000 infermieri del nostro Paese considereranno come specifici banchi di prova delle Istituzioni e della politica il Nuovo Patto per la Salute, la prossima Legge di Bilancio, nonché tutte le mozioni-provvedimenti legislativi e gli Accordi-Intese tra Stato e Regioni in corso di esame in parlamento e in Conferenza Stato Regioni. Solo questo darà la vera misura della volontà di tutelare il nostro Servizio Sanitario Pubblico e di sostenere i diritti dei pazienti. Solo questo darà la misura della capacità di Governo e di attenzione al tema dell’effettività dei diritti dei pazienti”.

 

Per approfondimenti:

 

http://www.fnopi.it/attualita/gli-infermieri-rivendicano-il-diritto-al-futuro-del-servizio-sanitario-nazionale-e-della-professione-id2752.htm

LA MOZIONE

 

About Author

Leave Comment